ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bulgaria: governo revoca nomina contestata, ma proteste continuano

Lettura in corso:

Bulgaria: governo revoca nomina contestata, ma proteste continuano

Dimensioni di testo Aa Aa

Non basta far marcia indietro: il giovanissimo governo bulgaro – appena tre settimane di vita – è contestato da migliaia di persone in piazza da alcuni giorni, in seguito alla nomina, senza nemmeno un dibattito, di un trentaduenne parlamentare e magnate dei media alla guida della Commissione per la Sicurezza Nazionale.

Nomina che ora è stata bocciata dal Parlamento, proprio a causa delle proteste. Delyan Peevski non occuperà quella carica, ma la piazza ormai chiede le dimissioni di un governo che considera discreditato:

“Secondo me sono davvero preoccupati. I politici hanno paura. Anche se dicono che siamo solo una folla, che non siamo molti, in realtà penso che siamo ogni giorno di più, e loro hanno paura”.

“La protesta continua fino alle loro dimissioni”.

“Abbiamo imparato la lezione”, ha commentato il leader socialista Sergei Stanishev: i socialisti, partner di maggioranza nella coalizione di governo, hanno lanciato una consultazione pubblica per scegliere la persona da mettere a capo della Commissione Sicurezza e hanno promesso una riforma del sistema elettorale. Il Parlamento ha anche votato un aumento delle pensioni e dei salari minimi.