ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lotta all'evasione fiscale e libero scambio sul tavolo del G8

Lettura in corso:

Lotta all'evasione fiscale e libero scambio sul tavolo del G8

Dimensioni di testo Aa Aa

Tasse, commercio e trasparenza: questi i tre principali temi economici sul tavolo del G8. Un principio è stato, in particolare, affermato: la crescita passa per una lotta coordinata a livello mondiale contro l’evasione fiscale.

Essenziale lo scambio di informazioni tra le autorità dei vari Paesi. Bersagli principali: le multinazionali che trasferiscono i profitti per evitare le imposte e le società di comodo usate per rendere poco trasparenti gli assetti proprietari.

“Abbiamo cominciato il summit lanciando negoziati per un accordo commerciale tra Stati Uniti e Unione Europea che potrebbe avere un impatto maggiore di tutti gli altri accordi commerciali bilaterali sul tavolo”, ha detto il padrone di casa David Cameron.

“Questo G8 ha anche lanciato un nuovo, coraggioso ordine del giorno per affrontare il problema dell’evasione fiscale, dell’elusione fiscale e del segreto aziendale. Cerchiamo di essere chiari: se vogliamo un’economia poco tassata, cosa che credo sia fondamentale per la crescita, bisogna raccogliere quanto dovuto: è la cosa giusta per le aziende e le persone che giocano secondo le regole ed è vitale per le economie emergenti”.

Trenta milioni, secondo il presidente statunitense Barack Obama, i posti di lavoro che un accordo di libero scambio tra Washington e Bruxelles potrebbe creare.

I colloqui cominceranno nel mese di luglio e dureranno circa due anni. Secondo le previsioni, il beneficio per ogni famiglia di ciascuna delle due regioni sarà di oltre 500 euro l’anno.