ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Londra: settimana della moda maschile

Lettura in corso:

Londra: settimana della moda maschile

Dimensioni di testo Aa Aa

Ecco l’ultima collezione di Sarah Burton per Alexander McQueen in passerella per la settimana della moda londinese.
Atmosfera strana, quasi lugubre, con i modelli che incedono tra la nebbia sul tipico selciato della vecchia Londra, in un’area vicino a King’s Cross.
La collezione uomo primavera estate 2014 presenta lunghe giacche sartoriali abbinate a pantaloni a tre quarti, spesso con stampe elaborate. Non mancano anche pullover oversize a maglia larga.
I colori, freddi, come il look dei modelli, variano dal bianco al nero passando per grigi e color crema.
Sarah Burton dirige lo staff creativo di McQueen dal maggio del 2010 subito dopo la morte di Lee McQueen, fondatore della casa di moda.

Il marchio britannico Sibling ha fatto sfilare lo humor inglese.
Dal 2008, anno del lancio della linea, i tre fratelli Sid, Joe e Cozette McCreery si sono fatti conoscere per la loro maglieria colorata ed eccentrica. E questa collezione non ha deluso.
Con richiami espliciti al mondo di West Side Story, la collezione mette insieme jeans arrotolati sopra le caviglie e giubbetti stretti di demin con maglie larghe a rete o con inserti brillanti e colorati.
Sopra i pantaloncini compaiono anche classici americani come le giacche da baseball e i pantaloni sono spesso di acetato in stile sportivo. Il tutto combinato con capelli alla Rockabilly

Ancora due inglesi. Si tratta di Marcus Wainwright and David Neville, che hanno debuttato a Londra con la loro linea newyorkese Rag and Bone.
I due hanno da poco aperto un negozio nella capitale britannica.

“È una specie di distillato di molti aspetti dell’estetica di Rag and Bone”, spiega Marcus Wainwright. “Piuttosto minimale rispetto al nostro solito”.

Linee pulite, un po’ preso all’abbigliamento sportivo. Molto sa di Giappone: da alcuni linee che ricordano i samurai ai tessuti.
I due stilisti hanno già ricevuto diversi riconoscimenti come talenti emergenti nel 2007 e nel 2010 come designer dell’anno per la linea uomo in America.