ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brasile, dilaga la protesta contro il caro-trasporti e le spese per i Mondiali del 2014

Lettura in corso:

Brasile, dilaga la protesta contro il caro-trasporti e le spese per i Mondiali del 2014

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Brasile è attraversato dalla piu grande protesta degli ultimi venti anni. Da Brasilia a San Paolo: oltre 200mila persone in strada. Sono soprattutto giovani, dicono no all’aumento del 10% dei biglietti dei trasporti e denunciano le spese del governo per i Mondiali di calcio del 2014.

Nella capitale decine di manifestanti sono riusciti a forzare il blocco della polizia e a salire sul tetto del parlamento. “Salute? Educazione? No, qui tutto è Coppa:” gridano alcuni.

A Rio, bombe carta contro la polizia che ha risposto sparando candelotti di gas lacrimogeno e pallottole di gomma. Incendiati cassonetti e auto in sosta.

Le manifestazioni si stanno diffondendo in tutto il Paese. Trema il governo di sinistra della presidente Dilma Rousseff finito sotto accusa per aver sfrattato migliaia di famiglie per far posto alle nuove strutture destinate ai Mondiali di calcio.