ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Al G8 atteso un accordo al ribasso sulla Siria

Lettura in corso:

Al G8 atteso un accordo al ribasso sulla Siria

Dimensioni di testo Aa Aa

La Siria ha dominato anche la giornata conclusiva del G8 in Irlanda del Nord. Attesa una dichiarazione finale comune al ribasso, viste le divergenze tra gli occidentali e la Russia. Il messaggio dovrebbe far riferimento alle questioni meno spinose: il sostegno alla conferenza Ginevra 2, l’invio di aiuti umanitari, il no all’uso di armi chimiche e la necessità di una transizione politica strutturata.

Su quest’ultimo punto si scontrano le posizioni di Stati Uniti e Russia. Il presidente Barack Obama vuole le dimissioni di Assad, mentre il capo del Cremlino, sostenitore del regime siriano, non vuole che i ribelli fissino precondizioni.

Obama e Putin ne avevano discusso anche nell’incontro bilaterale di ieri, un incontro gelido, alla fine del quale Obama si era limitato a dire che le grandi potenze continueranno a lavorare all’organizzazione della conferenza di pace Ginevra 2, che dovrebbe svolgersi a luglio.

James Franey, euronews:
“Molte domande sulla Siria restano senza risposta alla riunione dei leader del G8: armare i ribelli cambierebbe la brutale realtà sul terreno? Come si può distinguere la cosiddetta opposizione moderata da quella estremista in questo conflitto che dura da due anni?”