ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rohani, niente domande. La protesta dei giornalisti

Lettura in corso:

Rohani, niente domande. La protesta dei giornalisti

Dimensioni di testo Aa Aa

È una conferenza stampa ricca di fuoriprogramma quella tenuta da Hassan Rohani. Al termine dell’evento è andata in scena la protesta dei giornalisti presenti, relegati in fondo alla sala, a cui non è stato permesso di fare alcuna domanda.

All’improvviso, un uomo tra il pubblico urla uno slogan indirizzato al neopresidente iraniano: “Rohani, non dimenticarti che Moussavi dovrebbe essere qui!”, dice prima di essere bloccato e portato via dagli addetti alla sicurezza tra gli applausi dei cronisti.

Candidato riformista contro Ahmadinejad alle presidenziali del 2009, Mirhossein Moussavi è agli arresti domiciliari dal febbraio 2011.

Rohani, però, non risponde. Sorride e si limita a dire “grazie” prima di alzarsi e andare via. Per qualcuno che ha appena promesso trasparenza la partenza non è certo delle migliori.