ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ue-Usa: al via i negoziati di libero scambio, esclusa la cultura

Lettura in corso:

Ue-Usa: al via i negoziati di libero scambio, esclusa la cultura

Dimensioni di testo Aa Aa

Sì ai negoziati di libero scambio tra Unione Europea e Stati Uniti, con la produzione culturale che resta fuori dalle trattative. I 27 ministri del Commercio europei riuniti a Lussemburgo hanno raggiunto un compromesso dopo dodici ore. Esclusa l’industria culturale, a partire dai prodotti audiovisivi come chiesto dalla Francia che aveva minacciato il veto.

“Siamo felici, ma non vogliamo parlare di vittoria” – è il commento del ministro del Commercio estero francese Nicole Bricq, che non risparmia una nota polemica. “Rispetto la solidarietà europea, mi rammarico che, a volte, ho avuto come l’impressione che alcune parti abbiamo negoziato direttamente con gli Stati Uniti.”

Ora che c‘è il mandato, la Commissione vuole far partire subito le trattative con gli Stati Uniti. 119 miliardi di euro: questi i vantaggi che porterebbe un accordo di libero scambio per la sola Unione Europea.

Occhi ora puntati sul G8 la prossima settimana in Irlanda del Nord quando i leader europei incontreranno Barack Obama.