ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia, il blitz a Gezy Park preceduto dall'ultimatum di Erdogan

Lettura in corso:

Turchia, il blitz a Gezy Park preceduto dall'ultimatum di Erdogan

Dimensioni di testo Aa Aa

Il blitz era stato annunciato, ma forse nessuno aveva intuito una tale accelerazione. Sono circa le 5 del pomeriggio, ad Ankara, quando il premier turco Recep Tayyip Erdogan lancia il suo ultimatum: “Sgomberate il parco o le forze di sicurezza sapranno come farlo”.

Ad ascoltarlo, una folla di circa diecimila persone, tutti sostenitori del partito di ispirazione islamica Akp. Il primo ministro ripropone la teoria del complotto, ordita dal principale partito di opposizione con il sostegno della stampa estera e delle lobby finanziarie.

Infine, sul contestato progetto edilizio a Gezi Park dice: “La questione è nelle mani della magistratura, non serve a niente restare lì”. Quindi aggiunge: “Non so quale sarà il verdetto, ma se fosse a nostro favore, organizzeremo un referendum”.

Domenica, Erdogan sarà a Istanbul per un nuovo bagno di folla, organizzato ufficialmente in vista delle elezioni dell’anno prossimo. In realtà, è una risposta ai 19 giorni di proteste che hanno infiammato la Turchia.