ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, Usa: attacchi chimici del regime allontanano soluzione politica

Lettura in corso:

Siria, Usa: attacchi chimici del regime allontanano soluzione politica

Dimensioni di testo Aa Aa

L’uso di armi chimiche da parte del governo siriano e il coinvolgimento di Hezbollah minacciano di rendere impossibile il raggiungimento di una soluzione politica al conflitto. Le parole del segretario di stato americano John Kerry rafforzano la pressione sul regime di Damasco, ma non modificano i rapporti di forza sul terreno.

Un aiuto concreto ai ribelli siriani sarebbe invece l’imposizione di una no fly zone: un’ipotesi che suscita la decisa opposizione della Russia.

Dopo aver ricevuto a Mosca la titolare della diplomazia italiana Emma Bonino, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha dichiarato: “Non c‘è bisogno di un esperto per capire che l’imposizione di una no-fly zone violerebbe il diritto internazionale. Ci auguriamo che i colleghi di Washington accordino le loro azioni allo spirito dell’iniziativa russo-americana che prepara la conferenza sulla Siria”.

Gli Stati Uniti sono disposti a fornire armi ai ribelli, ma esitano a includere batterie anti-aeree. La decisione del Pentagono di mantenere alcuni caccia F-16 in Giordania potrebbe però segnalare una svolta imminente.