ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: la chiusura della ERT mette a rischio il governo?

Lettura in corso:

Grecia: la chiusura della ERT mette a rischio il governo?

Dimensioni di testo Aa Aa

È assemblea permanente nella sede della televisione greca, e rischia di esserlo anche nel governo che l’ha chiusa. La decisione di imporre bruscamente lo stop alle trasmissioni ha creato uno scossone politico e sociale dalle conseguenze imprevedibili.
I lavoratori, intanto, restano al loro posto: continuano a mandare in onda i programmi, anche se in teoria non funzionerebbero le antenne:

“Noi continuiamo a lavorare. È un modo per restare in piedi. Ci aiuta psicologicamente, per andare avanti. Ma anche per fare il nostro lavoro nel miglior modo possibile”. È l’eurovisione ad aver prestato un segnale satellitare, in solidarietà con i giornalisti greci.

Nel governo, si ricomincia a parlare di elezioni anticipate: lo ha fatto il leader socialista. Il PASOK è uno dei due partner di sinistra nella coalizione governativa che non sono d’accordo con la chiusura dell’ERT:

“Se qualcuno ha sottostimato il PASOK, se hanno pensato che il PASOK abbia paura di qualcosa, paura delle elezioni, allora hanno fatto un grosso errore. Il Paese ha bisogno di stabilità, di una strategia, di una governance trasparente”.

Il premier Samaras ha convocato per lunedì un vertice di coalizione: non intende recedere dalla chiusura dell’ente televisivo e dal licenziamento di tutti gli oltre 2500 dipendenti, ma al contempo deve cercare un compromesso per evitare tensioni eccessive: nel governo, e nel Paese. Ieri i sindacati avevano proclamato uno sciopero generale.

ERT Live on EBU