ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pugno di ferro di Erdogan contro manifestanti: Taksim sgomberata

Lettura in corso:

Pugno di ferro di Erdogan contro manifestanti: Taksim sgomberata

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo 12 giorni di battaglia, il governo turco torna alla carica dei manifestanti proprio quando il Premier Erdogan si accinge ad incontrare una delegazione di contestatori.

La linea dura dell’esecutivo islamico-conservatore punta a liberare definitivamente la piazza Taksim di Istanbul, luogo simbolo della protesta contro il Primo Ministro. Ultimo bastione di resistenza al momento il Gezi Park antistante la piazza.

“Fino a quando la Piazza Taksim non sarà del tutto ripulita dai gruppi residui e riaperta al pubblico continueremo a prendere le necessarie precauzioni giorno e notte e chiedo che ciascuno aiuti la polizia a portare a termine questo compito” ha detto il governatore di Istanbul Huseyin Avni Multu.

Durante la notte anche la capitale Ankara è tornata ad essere teatro di un duro confronto tra militanti anti-governativi e forze dell’ordine. Sono stati almeno 5.000 i manifestanti scesi in piazza. La polizia è intervenuta con cannoni ad acqua e gas lacrimogeni. Ieri inoltre ad Ankara l’associazione di categoria ha duramente criticato l’arresto di oltre 70 avvocati che denunciavano abusi da parte delle forze dell’ordine.