ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Opposizione russa in piazza per prigionieri politici, 12 fermi

Lettura in corso:

Opposizione russa in piazza per prigionieri politici, 12 fermi

Dimensioni di testo Aa Aa

In una Mosca chiusa per ferie per celebrare la Giornata della Russia, torna in piazza l’opposizione.

Le organizzazioni anti-Putin hanno sfilato per i loro prigionieri politici. Sono imputati per i disordini del 6 maggio 2012, quando una manifestazione di protesta finì nel sangue.

La galassia che combatte il Cremlino non ha più il seguito di un anno fa, poco più di 10mila persone hanno partecipato al corteo:

“Sono qui per protestare contro quanto sta accadendo nel nostro Paese – dice un manifestante che indossa una T-Shirt ‘Putin ladro’ – Questa è la mia bandiera. Putin ha rubato ai russi la libertà, la giustizia e le elezioni”.

Toni opposti dall’altra parte della capitale, invasa da carri allegorici in occasione della Festa nazionale. Molti moscoviti hanno preferito la dacia alla parata e chi è rimasto ha dato all’opposizione la colpa dell’insuccesso.

“I leader dell’opposizione non sono dei patrioti – sostiene una giovane residente di Mosca – Dovrebbero unirsi a questa parata e celebrare la festa con noi”.

E mentre in strada sfilavano pochi costumi e tanta noia, al corteo dell’opposizione 12 persone venivano fermate per aver esibito le bandiere del Fronte di sinistra, messo fuori legge.