ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia, secondo giorno di sciopero dei controllori negli aeroporti: cancellati metà dei voli

Lettura in corso:

Francia, secondo giorno di sciopero dei controllori negli aeroporti: cancellati metà dei voli

Dimensioni di testo Aa Aa

Anche per oggi non si vola dalla Francia. Risultato di un’astensione dal lavoro di quasi tutti i controllori, secondo giorno di protesta contro l’operazione “cieli aperti”, sulla liberalizzazione dei voli.

Circa 1.800 cancellazioni tra partenze arrivi, un volo su due. Viaggiare da Parigi, Lione, Marsiglia e altre città è una scommessa, come dimostrano le dichiarazioni raccolte a Parigi, all’aeroporto Charles de Gaulle, tra i passeggeri rimasti a terra:

“È stato già difficile per noi trovare un altro volo per questa sera e poi ci hanno detto che è stato annullato, dopo cinque minuti. Non ci offrono nemmeno un caffè, niente”.

“È imbarazzante. Comprendiamo i problemi, ma c‘è un limite a tutto”.

“È davvero una seccatura. Ma sa…quando si viaggia in aereo si sa che possono accadere certe cose. Ci si adatta…”

E infatti, come sempre avviene in questi casi, in tanti si sdraiano su file intere di seggiolini, per terra e cercano almeno di trovare un po’ di ristoro nelle lunghe attese.

Domani la situazione dovrebbe tornare alla normalità. Il ministero dei Trasporti ha comunicato, infatti, la cancellazione del terzo giorno di sciopero. Per evitare la concomitanza con un altro che influirà sui viaggiatori: quello dei lavoratori del trasporto ferroviario.