ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Polizia sgombera piazza Taksim, in migliaia tornano ad occuparla

Lettura in corso:

Polizia sgombera piazza Taksim, in migliaia tornano ad occuparla

Dimensioni di testo Aa Aa

Tolleranza zero la parola d’ordine del premier turco Recep Tayyp Erdogan e a Istanbul cadono – per qualche ora – le barricate erette in piazza Taksim.

All’alba di martedì, centinaia di poliziotti in assetto anti-sommossa si sono fatti strada con gas lacrimogeni e cannoni ad acqua per sgombrare il luogo simbolo della rivolta contro il premier dopo 12 giorni di occupazione.

Ne è seguita una battaglia con lancio di bottiglie molotov e sassi: 5 i feriti gravi, in fiamme un blindato della polizia.

Un’irruzione a sorpresa, tenuto conto che Erdogan aveva appena accettato di incontrare un gruppo ristretto dei leader della protesta.

La polizia si è poi ritirata dalla piazza e centinaia di manifestanti ne hanno ripreso il controllo.

Ha retto, invece, l’occupazione di Gezi Park, difeso da una catena umana all’arrivo delle forze dell’ordine e la Piattaforma che raggruppa le molte anime del movimento ha subito convocato un nuovo raduno nella piccola area verde nel cuore di Istanbul.

Un braccio di ferro senza esclusioni di colpi che non ha risparmiato nemmeno un gruppo di 73 avvocati, arrestati a Istanbul per aver manifestato il loro appoggio ai manifestanti di Piazza Taksim.

Sono stati prelevati dalla polizia nella sede del tribunale, mentre protestavano contro l’uso eccesivo della violenza da parte delle forze dell’ordine.