ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Moody's avverte la Turchia: le proteste portano alla retrocessione

Lettura in corso:

Moody's avverte la Turchia: le proteste portano alla retrocessione

Dimensioni di testo Aa Aa

Non è durato neanche un mese l’idillio tra la Turchia e Moody’s, che a maggio aveva promosso i suoi titoli di Stato. Questo lunedì la borsa di Istanbul ha perso quasi due punti e mezzo percentuali dopo che l’agenzia di rating ha lanciato un chiaro avvertimento: il protrarsi delle proteste di piazza potrebbe pesare sul giudizio di credito del Paese.

Il principale indice azionario, il BIST 100, ha perso ormai diciannove punti percentuali dall’inizio delle proteste a maggio. Il premier Recep Tayyip Erdoğan, che domenica aveva avvertito i manifestanti, si è scagliato anche contro la speculazione internazionale: “A voi che provate ad affondare la borsa – ha detto – sarete voi a crollare”.

Non è bastato però l’invito esteso ai cittadini ad investire denaro in obbligazioni piuttosto che tenerlo in banca. I rendimenti dei bond biennali, cioè la percezione del rischio da parte degli investitori, viaggiano ben oltre il 6%, mentre la lira turca ha perso ancora terreno rispetto a dollaro ed euro.