ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ungheria: il Danubio continua a far paura

Lettura in corso:

Ungheria: il Danubio continua a far paura

Dimensioni di testo Aa Aa

Non si arresta la piena del Danubio in Ungheria. Prolungato lo stato d’emergenza. Il livello dell’acqua rimarrà alto anche nei prossimi giorni, dopo il picco previsto per domenica sera.

A Budapest si è lavorato sodo per difendere le case dall’acqua.

La zona più critica è l’ansa del Danubio, a nord della capitale, ma gli abitanti si dichiarano ben preparati, dopo le esperienze vissute nel 2002 e nel 2006, e si sono attrezzati per l’emergenza, dopo aver visto quanto è successo nei giorni scorsi in Germania e in Austria.

Tra le località al centro dell’area più colpita, c‘è Visegrád, dove il Danubio rimane comunque molto amato.

László Cseke, direttore della protezione civile di Visegrád, afferma: “Se anche riusciamo a proteggere le case non possiamo dire di aver vinto, sarebbe stupido, dobbiamo convivere con questo bel fiume e adattarci ad esso.”

Donne, uomini e ragazzi, tutti danno una mano ai pompieri e ai militari impegnati a costruire le barriere.

In alcune località, l’acqua ha invaso le strade.

Andrea Hajagos, euronews:
“Non lontano da qui c‘è un paesino, Kisoroszi, completamente isolato. Da giorni è impossibile arrivarci in auto, ma ora anche in barca, dato che la strada che porta all’imbarcadero si presenta così.”