ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: migliaia di nuovo in strada, escluso per ora un voto anticipato

Lettura in corso:

Turchia: migliaia di nuovo in strada, escluso per ora un voto anticipato

Dimensioni di testo Aa Aa

Decine di migliaia di persone sono tornate a manifestare in tutta la Turchia, dove il governo esclude per ora elezioni anticipate. A Istanbul si sono verificati scontri nel quartiere alevita di Gazi; la polizia è intervenuta a più riprese per placare la folla.

Nel tentativo di calmare le acque il sindaco ha evocato un’alternativa per la riqualificazione di piazza Taksim: invece di un centro commerciale si costruirà forse un museo. Ma non cambia, comunque, il controverso progetto che prevede la distruzione del Gezi Park.

Ad Ankara nella notte vi sono stati duri scontri vicino agli uffici del premier. Nella capitale gli agenti hanno utilizzato lacrimogeni e idranti per disperdere migliaia di manifestanti che hanno cercato di bloccare il traffico e attaccare i veicoli della polizia.

Dal punto di vista politico si attendono i prossimi passi di Recep Tayyip Erdogan. Il premier ne ha discusso con il suo partito in un vertice di crisi, dal quale non sarebbe emersa la volontà di convocare per ora elezioni anticipate, ipotesi ventilata nei giorni scorsi.