ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Istanbul, piazza Taksim di nuovo piena, sfida a Erdogan

Lettura in corso:

Istanbul, piazza Taksim di nuovo piena, sfida a Erdogan

Dimensioni di testo Aa Aa

I manifestanti di piazza Taksim non sono sorpresi dai toni duri nuovamente usati dal premier Erdogan: è sua abitudine, dicono.
Migliaia di persone sono tornate nella piazza al centro del quartiere più popolare e moderno di Istanbul: alcuni ci hanno detto di aspettarsi un milione di persone. Altri hanno direttamente risposto alle parole di Erdogan:

“Il primo ministro dice che la risposta dovrà essere data nelle urne. Ma le urne diverrebbero solo una giustificazione per tutto quello che stanno facendo ora. La vera sfida allora è rompere le urne, boicottare le elezioni e restare sulla strada”

Un’altra manifestante invece accoglie la sfida elettorale di Erdogan:
“Voglio che queste proteste continuino fino alle elezioni. Questo movimento che si è creato su un tema ambientale ora è diventato una protesta sociale. Continueremo a dare il massimo per supportare questa protesta, ma sarebbe un’ottima cosa se si concludesse con un processo democratico come le elezioni”

I manifestanti, tra piazza Taksim e il parco Gezi, ma anche al parco Kugulu di Ankara, si sono organizzati con quella che hanno battezzato “mensa rivoluzionaria” e anche un banchetto per il prestito dei libri, la “bilioteca dei vandali”, in ironico riferimento al modo in cui Erdogan aveva classificato la protesta.