ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Chiuso il vertice informale tra Barack Obama e Xi Jinping

Lettura in corso:

Chiuso il vertice informale tra Barack Obama e Xi Jinping

Dimensioni di testo Aa Aa

Una nuova era nelle relazioni tra Stati Uniti e Cina potrebbe essere iniziata in California, ma la pirateria informatica rimanda per ora progressi tangibili. Il presidente Barack Obama e l’omologo cinese Xi Jinping hanno concluso il vertice informale di due giorni durante il quale hanno affrontato spinose questioni.

Prima tra tutte lo spionaggio informatico, negli ultimi mesi al centro di profonde frizioni tra le due superpotenze economiche. “Per quanto riguarda la sicurezza in rete – ha detto il consigliere di Stato Yang Jiechi -, la Cina ha sottolineato come il governo di Pechino vi attribuisca grande importanza e come sia contrario a ogni forma di attacchi informatici. La stessa Cina è vittima di attacchi”.

Obama ha avvertito: Pechino deve affrontare l’argomento in modo serio, altrimenti i problemi nelle relazioni sino-americane continueranno. Intesa piene sembra essere invece emersa su un altro tema caldo: “C‘è intesa sul fatto che la Corea del Nord si debba denuclearizzare – ha detto il consigliere per la sicurezza nazionale Usa Tom Donilon -, che nessuno dei due Paesi accetterà la Corea del Nord nuclearizzata e che si lavorerà insieme per incrementare la cooperazione e il dialogo per arrivare a questo traguardo”.

Il vertice tra i due leader – che si sono incontrati per la prima volta da quando Xi Jinping è diventato presidente a marzo – è stato accompagnato dalla protesta di decine di sostenitori del movimento spirituale Falun Gong, che hanno chiesto al presidente cinese di porre fine alla persecuzione.