ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: i manifestanti sfidano Erdogan

Lettura in corso:

Turchia: i manifestanti sfidano Erdogan

Dimensioni di testo Aa Aa

La Turchia si prepara a un altro fine settimana caldo, con la sfida dei manifestanti a Erdogan. Migliaia di persone hanno deciso di scendere in piazza nonostante la richiesta del premier di porre immediatamente fine alle proteste che ormai da più di una settimana infiammano il Paese.

Dopo un venerdì segnato da atti vandalici, resta un’incongnita quello che potrebbe succedere a Istanbul, a piazza Taksim, fulcro di una contestazione che si è diffusa a livello nazionale. “Non stiamo lottando per qualcosa in particolare – dice una manifestante -. Vogliamo solo la pace, vogliamo il rispetto dei nostri diritti, tutto qui. Questo è il Paese di Atatürk e crediamo in qualcosa di molto profondo”.

Oltre a Istanbul – da dove è iniziata la mobilitazione contro il controverso progetto di riqualificazione urbana di piazza Taksim – gli occhi sono puntati sulla capitale Ankara, teatro negli ultimi giorni di scontri tra polizia e manifestanti, che vogliono le dimissioni di Erdogan.

Il premier ha ribadito di non avere intenzione di mollare, anche se all’interno del suo stesso partito – secondo alcune fonti – qualcuno vorrebbe sbararazzarsi di lui. Oggi si tiene una riunione ai vertici dell’AKP, da lui fondato nel 2001 e con il quale ha governato per gli ultimi dieci anni. Secondo indiscrezioni si potrebbe decidere su eventuali elezioni anticipate.