ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: verso bando contro movimento d'estrema destra JNR

Lettura in corso:

Francia: verso bando contro movimento d'estrema destra JNR

Dimensioni di testo Aa Aa

Smantellare il movimento d’estrema destra “Gioventù Nazionalista Rivoluzionaria” (JNR), cui fa capo il gruppo di naziskin responsabile della morte di un giovane militante dell’estrema sinistra: la richiesta è già stata formalizzata dal Primo Ministro francese, Jean-Marc Ayrault, che ha incaricato il Ministro dell’Interno di avviare le procedure necessarie.

“Non c‘è spazio nella Repubblica per chi ne nega i valori – ha detto Manuel Valls, il Ministro dell’Interno -: siamo molto determinati e agiremo con fermezza contro chi colpisce i valori repubblicani. Lo dobbiamo alla memoria del ragazzo ucciso in un atto odioso”.

Clément Meric, 19 anni, studente di scienze politiche, iscritto a un collettivo anti-fascista, è rimasto ucciso all’inizio della settimana. Cinque i fermati. Per uno di loro, l’autore del pugno letale, si profila l’accusa di omicidio volontario. Il procuratore ha fatto un primo punto sull’inchiesta, dopo l’autopsia:

“La morte è stata causata non dalla caduta a terra, ma da un trauma cranio-facciale causato dai colpi ricevuti. Si è trattato di un incontro casuale, con gli estremisti di sinistra che hanno provocato quelli di destra, poi si sono ritrovati tutti all’esterno, sulla strada. Per il momento non posso dire di più”.

L’accusa di omicidio volontario è legata alla molteplicità dei colpi sferrati sul volto, a quanto pare da una sola persona, molto più robusta della vittima, e forse con un tirapugni. A Parigi si è tenuta una nuova manifestazione d’omaggio a Clément, “per sempre uno di noi”, dicevano gli striscioni del collettivo antifascista.