ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia, attesa per il rientro di Erdogan

Lettura in corso:

Turchia, attesa per il rientro di Erdogan

Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre in Piazza Taksim va ancora in scena la protesta nata come ambientalista e diventata antigovernativa, si teme che gli animi tornino a scaldarsi con il rientro del premier turco questa sera dopo 4 giorni di visita nei Paesi del Maghreb. Gli eccessi violenti dei giorni scorsi si sono spenti ma potrebbero riaccendersi con la dialettica aggressiva di Erdogan. Sul progetto urbanistico che ha scatenato la protesta, ha già dichiarato da Tunisi, che non intende fare passi indietro: “Insisto, ci sono estremisti tra i manifestanti, che sono coinvolti nel terrorismo e come sapete un attacco già ha colpito in passato l’ambasciata statunitense in Turchia”.

Il presidente Gul resta invece fedele alla linea dell’apertura mostrata per fermare le violenze, ha infatti annunciato il varo di un’inchiesta sull’eccessivo ricorso al gas per reprimere la folla durante le contestazioni. La protesta continua ad Ankara, dove nella mattinata oltre 150 manifestanti sono stati bloccati dalla polizia nel tentativo di raggiungere l’ambasciata statunitense.