ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scoperta a Mosca una "città sotterranea" di lavoratori irregolari

Lettura in corso:

Scoperta a Mosca una "città sotterranea" di lavoratori irregolari

Dimensioni di testo Aa Aa

Una città sotteranea abitata da lavoratori irregolari. La scoperta è stata fatta dalla polizia di Mosca che ha arrestato oltre 200 persone, per lo più provenienti dall’Asia centrale.

Gli abitanti di questo ghetto sotterraneo, una struttura in cemento alta quattro metri al di sotto dell’ex mercato Cherkizovsky, venivano impiegati per produrre aghi per macchine da cucire. Non uscivamo mai dall’edificio, attrezzato con brande, bagni, un ristorante e persino una sala da gioco.

Il mercato fu chiuso dalle autorità nel 2009 per violazione delle norme sanitarie e per le attività illegali che ospitava. Da allora è una città fantasma.

La Russia ha adottato il pugno di ferro contro l’immigrazione clandestina: nel 2012, sono stati espulsi 10 mila lavoratori irregolari.