ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Doping Armstrong, ascoltato McQuaid

Lettura in corso:

Doping Armstrong, ascoltato McQuaid

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Unione Ciclistica Internazionale potrebbe aderire alle richieste dell’Agenzia Anti-Doping statunitense (USADA), trasferendole la documentazione in suo possesso riguardante Lance Armstrong.

A lasciarlo intendere tra le righe il presidente dell’organizzazione, l’irlandese Pat McQuaid che, ascoltato come persona informata sui fatti riguardo al doping nel ciclismo, ha affermato:“Credo di aver già risposto in merito. Non abbiamo mai protetto Lance Armstrong, non lo abbiamo trattato con riguardo particolare”.

Entrando nello specifico, McQuaid ha aggiunto che “si tratta di motivi legali, non siamo in grado di dare informazioni che si trovano nel passaporto biologico, poiché appartiene all’atleta, a meno che lo stesso atleta non lo consenta”.

Armstrong ha confessato il doping all’inizio di quest’anno ed è stato privato dei 7 Tour de France e squalificato a vita.