ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Depardieu gira a Grozny: "È il paradiso"

Lettura in corso:

Depardieu gira a Grozny: "È il paradiso"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’attore francese con il passaporto russo, altrimenti noto come Gérard Depardieu, manda a dire che l’esilio fiscale non gli pesa affatto. Anzi, ne approfitta per girare un film poliziesco fra Grozny e Mosca, il tutolo provvisorio è ‘Turchese’. Secondo il produttore Arnaud Frilley l’attore non è mai stato meglio in vita sua:

“Gérard è in forma fisica perfetta. Ha perso 25 chili, fa ginnastica tutte le mattine e beve sempre acqua minerale”.

Lo stesso Depardieu parla invece di un’altra ricetta della felicità che ha scoperto in Cecenia:

“A Grozny si sta benissimo. Tutti sorridono, le ragazze sono belle e il cibo è eccellente”.

Chi l’avrebbe mai detto che un giorno Depardeu avrebbe dovuto ringraziare il governo francese. Il progetto di tassare al 75% gli ultraricchi, gli ha fatto scoprire il paradiso sulla terra. In più Gérard si sta facendo un sacco di amici, il presidente russo Putin, ma anche Ramzan Kadyrov. Il leader ceceno, ben noto anche alle associazioni per la difesa dei diritti umani, lo ha invitato al suo compleanno.

Per la prima volta nella storia cinematografica di Superman, il supereroe sarà impersonato da un attore non statunitense. A indossare la calzamaglia blu e la cappa rossa, sotto la direzione di Zac Snyder, questa volta, è il britannico Henry Cavill, che già 10 anni fa perse il ruolo per un soffio:

“Questo Superman non ha nulla a che vedere con i precedenti. Con questo film inizia una nuova saga sulle origini del personaggio, più adatta al pubblico di oggi”.

Il kriptoniano nei panni di Clark Kent è inviato sulla terra dai genitori che lo vogliono salvare dalla distruzione del loro pianeta. Viene accolto da una famiglia del Kansas e diventa il grande protettore dei terrestri.

Il film può contare su un cast d’eccezione. Fra gli interpreti: Kevin Costner, Russel Crowe e Laurence Fishburne.