ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

MuCem: Marsiglia cuore del Mediterraneo

Lettura in corso:

MuCem: Marsiglia cuore del Mediterraneo

Dimensioni di testo Aa Aa

Marsiglia, quest’anno capitale europea della cultura, passerella verso tutte le sponde del Mediterraneo. Il nuovo MuCem, il Museo delle civiltà dell’Europa e del Mediterraneo, esprime tutto questo. L’architetto che ha concepito la sede è Rudy Ricciotti:

“Non si è mediterranei per nascita, ma perché si sposa l’idea del viaggio. E questo luogo è pensato come un viaggio”.

Percorrendo gli spazi espositivi, si parte alla scoperta delle civiltà che si sono avvicendate sulle rive del Mare nostrum, in una continua interazione. Una storia condivisa da riscoprire, per promuovere il dialogo fra le diverse società:

“Dietro di me vedete il cosiddetto Saquiè, uno congegno che veniva usato nella regione del Nilo per far salire l’acqua dei pozzi – dice Bruno Suzzarelli, Presidente del MuCem – È un esempio interessante delle diverse tecniche utilizzate per risolvere il problema dell’approvvigionamento idrico nell’area del Mediterraneo”.

Al MuCem le scienze umane sono considerate come un tutto, non vengono posti paletti fra un campo e l’altro della conoscenza, o fra un periodo storico e l’altro:

“Qui è come se fossimo seduti con Platone a discutere di cittadinanza, concetto che all’epoca escludeva le donne e gli schiavi – dice il Direttore Zeev Gourarier – Davanti a noi viene proiettato un video in cui delle donne di oggi spiegano cosa significhi essere cittadini nel mondo contemporaneo”.

Il MuCem, costruito nella storica area del Forte Saint-Jean e del molo della Joliette, ospiterà mostre e collezioni permanenti, ma funzionerà anche come un forum aperto alle più varie discipline legate alle culture del Mediterraneo. Previsti spazi per eventi quali dibattiti, proiezioni di film, concerti e perfino lezioni di cucina.

Il museo apre al pubblico venerdì 7 giugno.