ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia, quinta notte di proteste. Proclamato lo sciopero generale

Lettura in corso:

Turchia, quinta notte di proteste. Proclamato lo sciopero generale

Dimensioni di testo Aa Aa

Quinta notte consecutiva di scontri in Turchia.

Nella capitale Ankara la polizia è intervenuta con i cannoni ad acqua per disperdere migliaia di giovani radunatisi nella piazza centrale di Kizalay. Ai lacrimogeni i manifestanti hanno risposto con il lancio di pietre.

La tensione nel Paese è aumentata dopo la decisione del maggiore sindacato dei dipendenti pubblici di dichiarare sciopero generale fino a martedì. I bollettini, intanto, parlano di centinaia di feriti e almeno due morti accertati.

A Istanbul migliaia di manifestanti hanno nuovamente invaso piazza Taksim. Al grido di “Tayyp, dimettiti”, chiedono la testa del primo ministro Erdogan, accusato di “derive autoritarie” e di voler “islamizzare il Paese”.

Nata dalla decisione delle autorità di abbattere alcuni alberi nel centralissimo Gezi Park per fare spazio a un centro commerciale, la protesta si è poi allargata alle altre città del Paese.