ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La somma di tutti i mali formato miniatura

Lettura in corso:

La somma di tutti i mali formato miniatura

Dimensioni di testo Aa Aa

Come sarebbe un mondo nel quale venissero a sommarsi tutti i mali possibili…Questa specie di inferno sulla terra ci hanno pensato i Fratelli Chapman a crearlo, in scala, esponendolo in una famosa galleria di Hong Kong:

“Siamo al massimo del pessimismo, certo, ma è un pessimismo allegro – dice Jake Chapman – Non è un moralistico avvertimento riguardo al futuro, è solo una scultura, è il nostro hobby”.

Il duo londinese ha riprodotto meticolosi paesaggi in miniatura che fanno riferimento a tragici avvenimenti passati messi in scena con simbologie legate al presente, come una famosa M gialla, che spunta dappertutto:

“Per noi Mc Donald’s segna i cambiamenti che portano dall’industrializzazione alla fine del mondo. McDonald ha idealizzato il fast food. Noi lo colleghiamo piuttosto all’espansione del buco dell’ozono e a un pagliaccio attaccabrighe che ha perso ogni senso dell’umorismo”.

Nelle loro opere Jake e Dinos Chapman esplorano gli stereotipi storici e culturali, sfidando le ansie e le paure collettive.

‘La somma di tutti i mali’ è una visione minuziosa alla Hieronymus Bosch, con la sua stessa ironia, ma in un contesto postapocalittico e senza messaggi edificanti.

Nella mostra, destinata a fare discutere, anche una serie di ritratti di artisti sconosciuti che i due fratelli hanno rielaborato e, nelle loro intenzioni, migliorato.

I fratelli Chapman sono alla galleria White cube di Hong Kong fino alla fine di agosto.