ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crescita Usa rivista al ribasso: +2,4% tra gennaio e marzo

Lettura in corso:

Crescita Usa rivista al ribasso: +2,4% tra gennaio e marzo

Dimensioni di testo Aa Aa

I tagli automatici alla spesa pubblica scattati a inizio anno pesano sull’economia statunitense. A certificarlo è il Dipartimento del Commercio, che, in seconda lettura, rivede al ribasso i dati di crescita nel primo trimestre: +2,4% al posto del +2,5% inizialmente stimato.

Oltre alle scorte, ai profitti delle imprese e alle esportazioni, è stato soprattutto il calo della spesa governativa a rivelarsi più accentuato del previsto: -4,9%.

Accoppiate con l’aumento delle domande per i sussidi di disoccupazione, le nuove stime rendono sempre più improbabile un rallentamento del programma di stimoli economici da 85 miliardi di dollari al mese della Federal Reserve.

Ben Bernanke, davanti al Congresso, era stato chiaro: continueremo finchè non vedremo un segnali di ripresa stabili.

Il dato del primo trimestre ha visto comunque un aumento della spesa dei consumatori. Anche se, fanno notare alcuni esperti, quest’ultimo sarebbe dettato soprattutto dagli aumenti nel prezzo nella benzina.