ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Classifica della competitività: Usa al 1° posto, l'Italia sprofonda

Lettura in corso:

Classifica della competitività: Usa al 1° posto, l'Italia sprofonda

Dimensioni di testo Aa Aa

Difendere la medaglia d’oro della competitività economica non è facile. Lo sa bene Hong Kong che, nell’ultima classifica pubblicata dall’osservatorio svizzero IMD, retrocede al terzo gradino del podio lasciando quello più alto agli Stati Uniti.

L’economia a stelle e strisce è di nuovo maglia rosa grazie alla solidità ritrovata nel settore finanziario e alle innovazione tecnologiche delle sue aziende, dicono gli esperti di Losanna, i quali hanno analizzato ben 60 economie industrializzate classificandole in base a oltre 300 criteri. Tra cui livello e diversificazione della produzione, infrastrutture, fisco e coesione sociale.

Al secondo posto si piazza una nazione europea, la Svizzera. Per trovare una nazione dell’Unione Europea dobbiamo però aspettare il quarto posto, la Svezia, mentre la migliore dell’eurozona è la Germania: il nono posto.

Nessuno dei cosiddetti BRICS, le economie emergenti, è rientrato nei primi venti posti. Crescita non è dunque sinonimo di competitività. Mentre salta all’occhio il balzo degli Emirati Arabi: dalla sedicesima all’ottava posizione in un solo anno.

Cattive notizie, infine, per l’Italia: il Bel Paese perde quattro posizioni assestandosi al quarantaquattresimo posto. Roma si consoli: c‘è un Paese, l’Islanda, passato in soli sette anni dalla quarta alla ventinovesima posizione. Dalle stelle alle stalle.