ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La prima scalata dell'Everest compie 60 anni,celebrazioni in Nepal

Lettura in corso:

La prima scalata dell'Everest compie 60 anni,celebrazioni in Nepal

Dimensioni di testo Aa Aa

Il 29 maggio 1953, esattamente sessant’anni fa, l’allevatore d’api neozelandese Edmund Hillary e il suo sherpa nepalese Tenzing Norgay raggiungevano per la prima volta la cima dell’Everest, la montagna più alta del mondo con i suoi 8848 metri.

Per celebrare l’anniversario il governo del Nepal ha organizzato quattro giorni di celebrazioni culminati con un ricevimento nell’ex palazzo reale di Kathmandu.

Tra i tanti ospiti internazionali che hanno partecipato alle celbrazioni non poteva mancare l’italiano Reinhold Messner. Nel 1978 il “re degli 8 mila” fu il primo alpinista a scalare l’Everest senza l’ausilio di ossigeno e, due anni dopo, divenne il primo ad effettuare la scalata in solitaria.

L’impresa del 1953 fu irta di ostacoli. Dopo un mese di marcia dal confine indiano a Kathmandu e ai 5400 metri del campo-base, Hillary e Norgay affrontarono cinquanta giorni di saliscendi sui fianchi della montagna. Quindi una notte a trenta gradi sotto zero in una tenda a 8400 metri di quota e altre cinque ore di fatica per scalare gli ultimi 500 metri.

Da allora più di 4000 alpinisti sono arrivati sulla cima dell’Everest. Ma l’impresa di 60 anni fa, come ha confessato anche Messner, resta ineguagliabile.