ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Certificati falsi, la Corea del Sud chiude due reattori nucleari

Lettura in corso:

Certificati falsi, la Corea del Sud chiude due reattori nucleari

Dimensioni di testo Aa Aa

False certificazioni sulla sicurezza degli impianti, la Corea del Sud chiude due reattori nucleari.

A distanza di un anno si apre un nuovo capitolo dello scandalo scoppiato nel 2012 sulle procedure praticate dai gestori per abbattere i costi di manutenzione.

Per un terzo reattore è stata disposta una revisione straordinaria.

“Prevediamo una carenza di disponibilità energetica senza precedenti durante l’estate – ha ammesso il vice ministro per l’Industria e l’Energia, Han Jin-Hyun – e sarà difficile soddisfare la maggiore domanda con tre reattori fermi”.

Il rischio è quello di un black-out su vasta scala quando si raggiungerà il picco dei consumi. La Corea del Sud è una delle potenze mondiali del nucleare a uso civile. Dispone di 23 reattori, 10 dei quali chiusi, che possono generare il 35% del fabbisogno elettrico del Paese.