ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Parigi, il corteo contro le nozze gay si chiude con scontri

Lettura in corso:

Parigi, il corteo contro le nozze gay si chiude con scontri

Dimensioni di testo Aa Aa

Tafferugli e scontri a Parigi tra manifestanti e polizia hanno trasformato sul finire quella che era, questa domenica, una marcia pacifica contro la legge del 18 maggio sulle nozze gay.

Bottiglie e sassi contro le forze dell’ordine, che hanno risposto con cariche e gas lacrimogeni. Protagonisti tra i “400 e i 500 giovani estremamente violenti’‘, riferisce la Prefettura di polizia, inneggianti slogan “contro la dittatura socialista”, che non hanno rispettato l’ordine di sciogliere la manifestazione.

Azioni violente di gruppi di estrema destra erano temute dal ministro dell’Interno Manuel Valls che aveva parlato di “minacce fisiche e verbali” pregando le famiglie con i bambini di restare a casa.

Rimasti in margine al corteo, i militanti di estrema destra del movimento “Generazione identitaria”, hanno occupato la sede del Partito socialista, a rue Solferino. Un grande striscione con la scritta “Hollande, dimissioni” è stato dispiegato dalla terrazza.

Il bilancio dell’ordine pubblico parla di 96 fermi e 39 persone trasferite in stato di detenzione preventiva.