ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Diritti umani: Onu "uso droni deve rispettare regole"

Lettura in corso:

Diritti umani: Onu "uso droni deve rispettare regole"

Dimensioni di testo Aa Aa

Divenuti famosi nella caccia a Bin Laden, sono stati utilizzati come armi di attacco in Pakistan, Yemen e Somalia. Contro i droni arriva il monito dell’Alto commissariato Onu per i diritti umani: il loro uso in operazioni militari deve rispettare le regole e non mettere a rischio la vita dei civili.

La Cia ha già assicurato che saranno impiegati solo in azioni di spionaggio.

“Esorto tutti gli Stati membri ad essere completamente trasparenti rispetto ai criteri relativi agli attacchi con i droni, e per garantire che il loro uso sia conforme a quanto stabilito dal diritto internazionale – ha detto l’alto commissario Onu, Navy Pillay, nel suo discorso di
apertura della 23/a sessione del Consiglio Onu sui diritti umani – Dove si verificano le violazioni, gli Stati dovrebbero condurre indagini indipendenti, imparziali, rapide ed efficaci, per fornire alle vittime un rimedio reale”.

Barack Obama promette nuove regole per le azioni di questi aerei senza pilota e – nonostante ne difenda la legittimità – ha fatto notare che il loro uso è notevolmente diminuito. Quello dei droni non è l’unico monito che l’alto commisario Onu lancia agli Stati Uniti. Il carcere di Guantanamo, ha detto la Pillay, rappresenta un fallimento nella tutela dei diritti umani.

La detentezione arbitraria e le torture – sostiene la rappresentante delle Nazioni Unite – provocano un aumento delle adesioni ai gruppi terroristici.

“Esorto tutti gli Stati membri ad essere completamente trasparenti rispetto ai criteri relativi agli attacchi con i droni, e per garantire che il loro uso sia conforme a quanto stabilito dal diritto internazionale. Dove si verificano le violazioni, gli Stati dovrebbero condurre indagini indipendenti, imparziali, rapide ed efficaci, per fornire alle vittime un rimedio reale”.