ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cannes assegna la Palma d'Oro, il parere dei giornalisti

Lettura in corso:

Cannes assegna la Palma d'Oro, il parere dei giornalisti

Dimensioni di testo Aa Aa

Il sessantaseiesimo Festival del Cinema di Cannes si appresta ad assegnare la Palma d’Oro. Una scelta difficile per la giuria guidata da Steven Spielberg. Sulla Croisette ci sono tanti film di alto livello, almeno a giudicare dall’entusiasmo degli addetti ai lavori.

“Il Festival internazionale di Cannes giunge alla conclusione. Stasera è il grande momento per l’assegnazione della Palma d’Oro – dice l’inviato di euronews Wolfgang Spindler -. Abbiamo chiesto ai giornalisti internazionali chi sia il candidato più gettonato stasera”.

Secondo il giornalista francese David Speranski è ‘La vie d’Adèle’ o ‘Indide Llewyn Davis’ dei fratelli Coen.

“Credo che la Palma d’Oro – dice un altro giornalista francese, Damien Aubel – si giocherà tra James Gray, Roman Polanski o i fratelli Coen. Personalmente preferisco James Gray”.

“I miei due film preferiti per la Palma d’Oro sono ‘La vie d’Adèle’ e ‘Inside Llewyn Davis’ dei fratelli Coen – dice lo spagnolo Carlos Del Amor Gomez -. Credo siano i due grandi favoriti. ma la giuria e la stampa non sono sempre d’accordo. Vedremo cosa deciderà Steven Spielberg”.

“Credo che ‘La vie d’Adèle’ abbia tutte le carte in regola per vincere – dice Xan Brooks dal Regno Unito -. Tenete presente che Steven Spielberg è il presidente della giuria ed è improbabile, considerata la sua storia cinematografica che scelga qualcosa di davvero rischioso o strano o di avanguardia”.

“Il mio film preferito è quello di Kechiche, ‘La vie d’Adèle’ – dice Pierpaolo La Rosa -. È un film davvero straordinario che racconta in una maniera molto delicata la storia d’amore tra queste due ragazze, tra queste due giovanissime”.

“Per me è ‘La vie d’Adèle’ di Abdel Kechiche – dice la russa Elena Smolina”.

“‘La vie d’Adèle’ è il preferito di tutti. Non credo – spiega l’israeliano Avner Shavit – ci sia stato un grande consenso su un film negli ultimi anni”.

Del regista Abdellatif Kechiche, ‘La vie d’Adèle’, è stato accolto dagli applausi. In italiano ‘Il blu è il colore più caldo’, racconta in circa tre ore la storia d’amore di due ragazze.