ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Ucraina il primo Gay Pride

Lettura in corso:

In Ucraina il primo Gay Pride

Dimensioni di testo Aa Aa

Nonostante divieti e tentativi di interruzione, in Ucraina si è svolto il primo Gay Pride. Tenendo in mano cartelli contro la discriminazione, decine di attivisti hanno sfilato a Kiev, lungo un percorso alternativo rispetto a quello previsto, che è stato vietato da un tribunale della capitale.

All’evento ha partecipato anche un gruppo di Monaco, incluso il vice sindaco della città tedesca: “Quando organizziamo il gay pride a Monaco è un evento piacevole, ci si diverte e non c‘è praticamente bisogno della polizia – ha detto Hep Monatzeder -. Qui la situazione è diversa, c‘è tanta polizia, tanti manifestanti aggressivi”.

Imponente la presenza della polizia che ha cercato di impedire scontri. Una contro-manifestazione è stata promossa da organizzazioni religiose e da membri del partito nazionalista “Svoboda”: “Chiedono diritti speciali per loro stessi – ha detto Andriy Illienko, parlamentare di Svoboda -, uno statuto speciale. Noi diciamo semplicemente loro: se volete agire in modo le vostre perversioni, fatelo a casa, in silenzio. Qual è il problema”.

Così come in altre ex repubbliche sovietiche, l’ostilità nei confronti degli omosessuali è ancora elevata in Ucraina. In seguito alla decisione dei giudici di vietare il Gay Pride era intervenuta la Commissione europea, chiedendo il rispetto del diritto di assemblea.