ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Quinta notte di disordini in Svezia

Lettura in corso:

Quinta notte di disordini in Svezia

Dimensioni di testo Aa Aa

La quinta notte consecutiva di scontri alimenta il dibattito sul modello di integrazione in Svezia. Una decina di veicoli sono stati dati alle fiamme alla periferia di Stoccolma, teatro da inizio settimana di disordini, scatenati dall’uccisione di un anziano da parte della polizia, che sostiene di avere agito per legittima difesa.

Nelle ultime ore anche alcune scuole e un commissariato sono state attaccate. Gli agenti hanno arrestato otto persone. Di fronte al Parlamento, il governo conservatore di Fredrik Reinfeldt ha difeso l’unità del Paese.

Grazie a una politica di apertura, la Svezia è diventata negli ultimi decenni tra le principali destinazioni europee per gli immigrati che ora rappresentano il quindici percento circa di una popolazione di nove milioni e mezzo di persone.

Residenti in prevalenza nei quartieri poveri delle grandi città sono spesso attanagliati da tassi di disoccupazione più elevati rispetto alla media.