ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

'Omar' cinema palestinese al 100%

Lettura in corso:

'Omar' cinema palestinese al 100%

Dimensioni di testo Aa Aa

Per la prima volta a Cannes un film interamente palestinese: per finanziamenti, concezione, produzione e realizzazione. Si tratta di ‘Omar’ che il regista Hany Abu-Assad presenta nella sezione ‘Un certain regard’.

‘Omar’ è un thriller in cui la politica si mescola a una storia d’amore.

Il protagonista maschile è Adam Bakri:

“La vicenda che raccontiamo potrebbe svolgersi in qualunque paese. L’ambientazione è in Cisgiordania, ma nella pellicola non si fa mai riferimento diretto alla Cisgiordania. Quindi tutti si possono indentificare in quello che accade. C‘è un messaggio politico molto forte, ma è sottotraccia, e penso che la grande idea del film sia proprio questa”.

Anche per Abu-Assad il tema centrale è l’amore:

“Non conosco proprio nessuno al mondo che non abbia vissuto l’esperienza di essere follemente innamorato di qualcuno. È capitato anche a me, ovviamente, e mi affascina vedere come, in una situazione del genere, le persone perdano se stesse e diventino insicure. In effetti, forse, l’insicurezza è proprio la ragione per cui ci innamoriamo e anche la ragione per cui in genere le cose finiscono molto male”.

‘Omar’ è l’ottavo lungometraggio del regista Hany Abu-Assad. Nel 2006 il suo ‘Paradise Now’ vinse il Golden globe per il miglior film straniero, ottenendo anche una nomination all’Oscar.