ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama: stop all'uso massiccio dei droni e via al trasferimento dei prigionieri da Guantanamo

Lettura in corso:

Obama: stop all'uso massiccio dei droni e via al trasferimento dei prigionieri da Guantanamo

Dimensioni di testo Aa Aa

Oggi la vera minaccia è il terrorismo interno, il caso del soldato massacrato a Londra è solo l’ultima evidenza. I tempi richiedono un’evoluzione della Difesa americana.

Dalla National Defense University di Washington, Barack Obama ha annunciato alcuni punti cruciali del nuovo piano antiterrorismo statunitense.

“Stop all’uso indiscriminato dei droni”, ha detto il presidente, “Si ricorrerà ad essi solo in caso di minaccia continuativa e imminente, e in assenza di un intervento effettivamente risolutivo da parte dei governi di altri Paesi”.

Gli Stati Uniti devono passare da una “guerra ampia e globale al terrore” ad attacchi mirati, volti a colpire specifiche reti di estremisti.

E poi c‘è il capitolo Guantanamo. Il discorso di Obama è stato interrotto da una pacifista, che gli ha ricordato la sua promessa mancata: la chiusura del supercarcere.

Lo sciopero della fame che 103 su 166 detenuti stanno portando avanti da diversi giorni, ha messo ancora più pressione sul presidente americano.

Obama ha annunciato il via libera al trasferimento di alcuni prigionieri nei Paesi di origine, a partire dallo Yemen, e ha puntato il dito contro il Congresso, che fino ad oggi “gli ha legato le mani” con una serie di restrizioni.

Il carcere cubano di Gantanamo rappresenta una pagina nera, per le numerose violazioni dei diritti umani che si sono consumate fra le sue mura.