ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Londra, soldato massacrato: due nuovi arresti

Lettura in corso:

Londra, soldato massacrato: due nuovi arresti

Dimensioni di testo Aa Aa

Erano inglesi e cristiani convertiti all’Islam i due uomini accusati di aver ucciso a Londra, a colpi di machete, il militare 25enne Lee Rigby, padre di un bambino di due anni.

La polizia ha perquisito le case della famiglia di uno dei aggressori,Michael Adebolajo, 28enne di origini nigeriane. È l’uomo che si è fatto filmare con le mani ancora insanguinate, mentre gridava vendetta per “i fratelli musulmani uccisi ogni giorno”.

La polizia è ancora cauta. “È troppo presto fare affermazioni definitive sulle ragioni del gesto”, ha dichiarato Simon Byrne, “I nostri agenti dell’antiterrorismo stanno indagando e i sospetti, feriti, si trovano in due ospedali di Londra, sotto il controllo di guardie armate”.

I due uomini erano già noti ai servizi segreti. Sembra privilegiata la pista dei “lupi solitari”, come erano anche gli attentatori della maratona di Boston.

“Tutto ciò ci ricorda quanto noi tutti siamo vulnerabili ma anche, dal tipo di risposta della gente, che non abbiamo intenzione di farci intimidire da questo tipo di azioni terroristiche”, ha detto Philip Hammond, ministro della Difesa britannico.

La polizia ha arrestato in queste ore anche un uomo e una donna di 29 anni. Sono sospettati di aver avuto un ruolo nella pianificazione dell’omicidio del soldato.