ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Islanda congela i negoziati con l'Ue

Lettura in corso:

L'Islanda congela i negoziati con l'Ue

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Islanda gela l’Europa. Il Partito Progressista e quello dell’Indipendenza, le formazioni di centro destra incaricate di formare un governo, hanno trovato come primo terreno d’intesa quello sul congelamento dei negoziati per l’adesione ai Ventisette fino a quando non sarà organizzato un referendum sul tema. Il Premier in pectore Sigmundur Gunnlaugsson:

“Non abbiamo ancora deciso la tempistica per il referendum. Tuttavia abbiamo deciso che un rapporto sullo stato dei negoziati tra Islanda ed Unione Europea sarà presentato in Parlamento assieme ad un rapporto sull’attuale stato dell’Unione Europea che è profondamente cambiato da quando l’Islanda ha avviato i negoziati” ha detto.

L’avvio dei negoziati per entrare a far parte del club dei Ventisette risale a luglio 2009. Ora il centro destra, tornato al governo dopo 5 anni di opposizione, raccoglie i frutti della disastrosa congiuntura nella quale ha operato il precedente governo, con la crisi economico finanziaria, il crack di Lansbanki e Icesave e le politiche di austerità. Ma le divergenze con Bruxelles riguardano anche i diritti in materia di pesca.