ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kiev: botte da orbi in consiglio comunale

Lettura in corso:

Kiev: botte da orbi in consiglio comunale

Dimensioni di testo Aa Aa

Scontri violenti al comune di Kiev. Il motivo: elezioni locali che non si fanno. Un anno fa il sindaco aveva rassegnato le dimissioni per permettere al nuovo primo cittadino di entrare in carica con pieni poteri dopo nuove consultazioni.

Per un anno invece la sede è stata vacante. Il 2 giugno prossimo il consiglio comunale dovrebbe scadere anche se una portavoce afferma che l’attuale assemblea resta in carica per espletare gli affari correnti e non si lascerà intimidire.

Le cose però sono un po’ più complicate. Dovrebbe essere il parlamento sotto il controlo del presidente Yanukovitch a decidere la data delle elezioni locali. Kiev è invece una città-feudo dell’opposizione e Yanukovitch non vuole regalarla gli avversari, come spiega un politologo locale.

La situazione appare dunque assai ingarbugliata e giocata sul filo dei cavilli giuridici. E chi ci va di mezzo sono soprattutto i cittadini della capitale ucraina.