ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Egitto manda rinforzi nel nord del Sinai

Lettura in corso:

L'Egitto manda rinforzi nel nord del Sinai

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Egitto rinforza la sicurezza in Sinai. Il governo ha inviato altri uomini e mezzi dopo il rapimento di sette agenti avvenuto sei giorni fa. La tensione è alta: ci sono stati altri attacchi contro le forze dell’ordine nella zona fra el Arish e Rafah, un’area che sta diventando sempre più instabile.
Il presidente Morsi ha detto che non cederà alla richieste dei rapitori, che chiedono la liberazione di alcuni compagni detenuti. Il Cairo ha fatto sapere che tutte le soluzioni per liberare gli ostaggi sono ipotizzabili, non escludendo quindi un blitz militare. Il primo presidente egiziano proveniente dalle fila dei Fratelli musulmani deve fare i conti con una presenza sempre più massiccia di miliziani islamici.
“L’obiettivo dei Fratelli musulmani è l’esercito egiziano, perché è l’esercito arabo più forte e vogliono indebolirlo per stabilire un nuovo ordine nella ragione araba, sulla base degli accordi presi da Francia e Regno Unito nel 1916”, dice un abitante di el Arish.