Chiudere
Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?

Skip to main content

La Svezia si laurea per la nona volta nella sua storia Campione del Mondo di hockey sul ghiaccio e lo fa davanti al suo pubblico. All’Ericsson Globe Arena di Stoccolma, i padroni di casa stendono in finale la sorpresa Svizzera, arrivata fin qui contro i favori del pronostico.

La squadra allenata da Simpson si illude, andando in vantaggio dopo soli 5 minuti di gioco, con Roman Josi. Passano solo 180 secondi e inizia la cavalcata degli svedesi. Il pareggio di Gustafsson prima e il 2-1 firmato Henrik Sedin, subito dopo.

Con la vittoria quasi in tasca i gialloblu non si contengono: Hjalmarsson, Eriksson e ancora una volta Sedin firmano il successo scandinavo. Gli elvetici possono consolarsi con una medaglia d’argento, che non vedevano da 78 anni.

Si prendono il bronzo gli Stati Uniti, vincitori della finalina per il terzo posto contro la Finlandia, co-organizzatrice dell’evento. La nazionale a stelle e strisce si impone ai rigori dopo aver chiuso i tempi regolamentari e supplementari sul 2-2.

Alex Galchenyuk è l’uomo partita. Il centro dei Montreal Canadiens firma il rigore decisivo, che regala agli uomini di Scott Gordon una medaglia mondiale, dopo un digiuno lungo 9 anni.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni