ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il mondo degli affari britannico favorevole all'Europa

Lettura in corso:

Il mondo degli affari britannico favorevole all'Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Se in Gran Bretagna l’euroscetticismo fa proseliti e scende in piazza, il mondo degli affari va controcorrente.

In una lettera inviata a “The indipendent”, i grandi imprenditori britannici mettono in guardia contro i rischi e soprattutto le perdite che stare fuori dall’Europa comporterebbe: secondo una loro stima, tra borsa e imprese, l’equivalente di 130 milardi di euro.

Diciannove businessmen britannici, tra cui il presidente della Virgin Richard Branson, a ccusano il parlamento di anteporre la politica all’economia.

Chiedono a David Cameron di calmare i deputati ribelli euroscettici in seno al suo governo, dove ferve il dibattitoper rinegoziare i termini dell’adesione britannica all’Unione e sulla questione del referendum in merito, da tenersi entro la fine del 2017.

Stando al Financial Times, i tories sono attraversati da una follia collettiva che li sta mettendo direttamente in pericolo.