Chiudere
Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?

Skip to main content

La Svezia si qualifica per la finalissima del Mondiale di hockey sul ghiaccio, in corso a Stoccolma e Helsinki, battendo la co-organizzatrice dell’evento, la Finlandia. In una semifinale senza storia all’Ericsson Globe, i padroni di casa dominano gli avversari grazie a un trio d’attacco formidabile, ma soprattutto a una difesa impenetrabile.

Apre le marcature al decimo minuto di gioco il winger 27enne Loui Eriksson, lanciato da Daniel Sedin. Eriksson raddoppia nel secondo tempo, questa volta su assist dell’altro fratello Sedin, Henrik. Quest’ultimo è protagonista anche del gol del 3-0. Eriksson lo lancia e il capitano dei Vancouver Canucks non sbaglia. Mondiale concluso per la Finlandia, mentre la Svezia vola per la 28esima volta in finale.

Sarà la Svizzera ad affrontare i padroni di casa. Una sfida impegnativa per gli elvetici, che avranno il pubblico contro. Ma una sfida non impossibile, visto l’ottimo campionato che hanno fin qui disputato.

La squadra di Simpson ha battuto in semifinale gli Stati Uniti, con un nettissimo 3-0. Autore della prima rete, al 30esimo minuto di gioco, è “El Niño” Niederreiter. Julien Walker raddoppia nel terzo tempo, lasciando senza parole il portiere a stelle e strisce. Ci pensa infine il giovane attaccante Reto Suri a chiudere definitivamente i conti, con un gol a porta vuota.

Ora la Svizzera va a giocarsi il primo oro della sua storia e la sua prima finale, dopo un’attesa lunga 78 anni.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni