ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Jalili a Euronews "Israele debole, nemici Iran non hanno speranze"

Lettura in corso:

Jalili a Euronews "Israele debole, nemici Iran non hanno speranze"

Dimensioni di testo Aa Aa

La campagna elettorale iraniana produce effetti positivi nei colloqui tra Repubblica islamica e Unione europea sul nucleare. Il capo negoziatore di Teheran, Said Jalili, candidato alla presidenza, ha definito fruttuoso l’incontro di Istanbul.

“Noi, come membro attivo del trattato di non proliferazione, siamo pronti a cooperare con l’Agenzia Internazionale per l’energia atomica – ha detto Jalili al corrispondente di Euronews in Turchia, Bora Bayraktar – per permettere un controllo sempre più ravvicinato delle attività nucleari dell’Iran”.

Nell’intervista esclusiva a Euronews, Jalili usa toni da campagna elettorale quando parla di Israele e dell’instabilità causata dalle continue tensioni in Medio Oriente:

“Le capacità militari della Repubblica islamica sono così sviluppate che i nostri nemici non avrebbero speranze se attaccassero l’Iran – ha concluso il candidato conservatore alla presidenza della Repubblica islamica – Il regime sionista, invece, è in un momento di grande debolezza, a tal punto che è stato sconfitto in guerre di scarsa entità che lui stesso aveva provocato”.