ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Belgio: il controverso riavvio di due reattori nucleari

Lettura in corso:

Belgio: il controverso riavvio di due reattori nucleari

Dimensioni di testo Aa Aa

L’agenzia belga per il nucleare autorizza il riavvio di due reattori, gestiti da Electrabel, filiale del gruppo EDF Suez. Erano stati chiusi un anno fa per la presenza di microfissure nei serbatoi.

Il governo guidato dal premier Elio di Rupo ha discusso dell’argomento ma sul via libera afferma di non avere voce in capitolo: “Abbiamo a che fare con un organismo indipendente, che sulla fornisce a un operatore consulenza tecnica sulla riaccensione”, chiarisce il ministro dell’interno belga Joelle Milquet, “Non siamo in grado di intervenire nella decisione, nel momento in cui si tratta di un operatore indipendente”.

Per gli ambientalisti invece la responsabilità è politica. Greenpeace denuncia la presenza di migliaia e migliaia di crepe e annuncia battaglia per negligenza: “Noi citeremo il governo per la mancanza di un livello sufficiente di sicurezza”, spiega Eloi Glorieux di Greenpeace, “e per il fatto che così aumentano i rischi di un incidente nucleare.”

Il riavvio dei due reattori, un terzo della capacità nucleare del paese, riapre le discussioni sorte dopo che il governo ha prolungato la vita di sette impianti obsoleti di cui aveva già annunciato la prossima chiusura.