ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa: Giornalisti AP intercettati, Congresso interroga Ministro della Giustizia

Lettura in corso:

Usa: Giornalisti AP intercettati, Congresso interroga Ministro della Giustizia

Dimensioni di testo Aa Aa

A essere sotto il fuoco incrociato è lui, il Ministro della Giustizia statunitense.

Eric Holder si è presentato davanti ad una Commissione del Congresso per chiarire la sua posizione sullo scandalo del fisco scoppiato in America, per l’eccessiva persecuzione fiscale messa in atto dall’agenzia dell’entrate nei confronti di gruppi legati ai Tea Party. Ma soprattutto per rispondere del cosidetto APgate: la registrazione per due mesi, da parte del Dipartimento di Giustizia, delle conversazioni telefoniche di giornalisti dell’Associated Press.

Holder però ha evaso molte domande, affermando di non aver preso parte all’acquisizione dei tabulati telefonici e che l’indagine è stata gestita dal suo vice, James Cole.

Il New York Times, la Cnn e altre 48 testate americane hanno indirizzato a Holder una lettera congiunta per denunciare la violazione della libertà di stampa e mettere in discussione l’integrità del Dipartimento di Giustizia.

Il dicastero stava indagando su come l’Ap fosse venuta a conoscenza di un’azione della Cia per sventare un attentato di al-Qaeda l’anno scorso nello Yemen.