ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Siria al centro dei colloqui tra Erdogan e Obama

Lettura in corso:

La Siria al centro dei colloqui tra Erdogan e Obama

Dimensioni di testo Aa Aa

Sarà il conflitto siriano l’argomento principale dell’incontro di oggi a Washington tra il premier turco Erdogan e il presidente statunitense Obama. Erdogan vuole un intervento più forte contro la Siria da parte della comunità internazionale e la creazione di una no-fly zone per tutelare i civili.

Il primo ministro ha parlato alla cerimonia d’inaugurazione del Centro della Comunità turca in Maryland:
“Come sapete, di recente si è manifestata una fobia nei confronti dell’Islam. Questo atteggiamento è sbagliato, attualmente c‘è una visione distorta verso l’Islam. Vogliamo sostenere l’amicizia da parte del mondo islamico e dimostreremo quanto questa paura sia fuori luogo” ha dichiarato Erdogan.

I rifugiati siriani in Turchia intanto dicono di temere nuove violenze dopo gli attentati che l’11 maggio hanno colpito Reyhanli, una città al confine tra i due Paesi, provocando più di 50 morti e oltre 150 feriti.

Erdogan ha accusato Damasco di essere dietro agli attacchi.
Cresce la paura che la guerra in Siria stia uscendo dai propri confini, interessando anche altri Stati. Una paura che nuove mosse diplomatiche non sono riuscite a calmare.